Le nuove opere di Manu Invisible all’Istituto E.Cortis di Quartucciu

  • -
Legends_ManuInvisible_foto Alessio Cabras

Le nuove opere di Manu Invisible all’Istituto E.Cortis di Quartucciu

Category : News

Ancora una volta Fondazione Domus de Luna e Manu Invisible insieme per coinvolgere gli studenti nel mondo dell’arte, riqualificare gli spazi esterni di un edificio scolastico e lanciare messaggi con e per le nuove generazioni.

Gli studenti dell’Istituto Ermanno Cortis sono stati i protagonisti del laboratorio artistico tenuto dal famoso writer Manu Invisible con cui hanno collaborato per realizzare un’opera importante sui muri della loro scuola: “Legends” è un omaggio a Gigi Riva e allo sport. Il murale decora il campetto esterno della scuola che è stato ripulito, messo in sicurezza e reso fruibile ai ragazzi.

L’iniziativa è stata organizzata all’interno di un ciclo di laboratori con cui Domus de Luna ha avvicinato gli studenti della scuola secondaria all’arte, alla musica, allo sport: sono stati avviati infatti laboratori di percussioni, di robotica, di pet therapy (con la cooperativa sociale Killia), di calcio a 5 (con l’associazione sportiva Cagliari Futsal) e di writing.

Venerdì 4 marzo sarà l’occasione per presentare il risultato del lavoro dei ragazzi.

Si giocherà inoltre il primo campionato nel nuovo campetto “Blu Arena”, un quadrangolare dove si sfidano 4 squadre composte dai ragazzi che partecipano agli allenamenti del Cagliari Futsal.

“Questa è la raffigurazione di una leggenda, perché le nuove generazioni possano avere un modello sano, leale e inarrestabile da seguire. Questo è un comune ritratto di un uomo comune e della sua comune voglia di fare e costruire una società più equa, dove lo sport è sinonimo di rispetto e stare insieme. Questo è il ritratto di Gigi Riva ma nello spirito è anche quello di Ermanno Cortis di cui prende il nome questo indimenticabile istituto”. Manu Invisible – “LEGENDS” Quarzo e spray su parete, 92 mq, Quartucciu 2022.

Grazie a Con i Bambini, Fondazione di Sardegna, Chiesa Valdese.

 


Exmè su Facebook